social-contatti-bg
contatti-bg
Chiamami
Scrivimi su Whatsapp
Scrivimi
Dove sono
social-bg
Facebook
Instagram
Youtube
gdfaf-logo
Newsletter
hamburger-menù-icon
iscriviti alla newsletter
social-contatti-bg
contatti-bg
Chiamami
Scrivimi su Whatsapp
Scrivimi
Dove sono
social-bg
Pagina Facebook
Instagram
Youtube
gdfaf-logo
Newsletter
iscriviti alla newsletter
hamburger-menù-icon
Vai ai contenuti
Modello CMY(K) e Sintesi Sottrattiva dei colori
Gabriele Danesi Fine Art Factory
Pubblicato da Gabriele Danesi in Gestione del Colore · 12 Ottobre 2012
Tags: CMY(K)cmykmodellocolore

IL MODELLO COLORE CMY(K)
- Descrive un colore tramite la quaterna Ciano (C), Magenta (M), Giallo (Y), Nero (K).
- C, M, Y sono i Colori Primari del Modello CMY(K).
- Il Modello CMY(K) si basa sulla Sintesi Sottrattiva dei Colori.



In modo analogo al caso visto per il modello RGB, si possono osservare le relazioni di complementarità tra i colori:



Osservazione: Teoricamente mescolando i colori primari C,M,Y si dovrebbe ottenere nero. Nella realtà però ciò non accade a causa delle impurità presenti nei pigmenti dell’inchiostro. Per tale motivo è necessario introdurre anche la componente K (blacK).

LA SINTESI SOTTRATTIVA
- La sintesi sottrattiva dei colori è valida quando di parla di colori generati da luce riflessa (esempio: fotografia stampata).

Qualche esempio che coinvolge i principi della Sintesi Sottrattiva:

- Presupposto: Un foglio stampato verrà illuminato con luce bianca pura (sintesi additiva di R,G,B).
- Per vedere un oggetto stampato di colore Y, si dovrà usare inchiostro Y (complementare del B). [Spiegazione: Y sottrae (assorbe) dalla luce bianca tutta la componente B. Le componenti R e G saranno invece riflesse e ci appariranno come luce emessa Y (sintesi additiva)].
- Se si usa inchiostro Y e M, verrà sottratto B e G dalla luce bianca. Si osserverà perciò colore R.
- Se si usa inchiostro C, M e Y, verranno assorbite tutte le componenti R, G e B dalla luce bianca. Si ha perciò assenza di riflessione (ossia si vede K).



Nessun commento

Torna ai contenuti