social-contatti-bg
contatti-bg
Chiamami
Scrivimi su Whatsapp
Scrivimi
Dove sono
social-bg
Facebook
Instagram
Youtube
gdfaf-logo
Newsletter
hamburger-menù-icon
iscriviti alla newsletter
social-contatti-bg
contatti-bg
Chiamami
Scrivimi su Whatsapp
Scrivimi
Dove sono
social-bg
Pagina Facebook
Instagram
Youtube
gdfaf-logo
Newsletter
iscriviti alla newsletter
hamburger-menù-icon
Vai ai contenuti
Caratterizzazione di Dispositivi e Conversioni Colore
Gabriele Danesi Fine Art Factory
Pubblicato da Gabriele Danesi in Gestione del Colore · 25 Ottobre 2012
Tags: caratterizzazioneconversionecolore

CARATTERIZZAZIONE E CONVERSIONE COLORE
È su questi due processi che si basa l'intera Gestione del Colore. Facciamo luce sul loro significato.

CARATTERIZZAZIONE DI DISPOSITIVI
La caratterizzazione di un dispositivo digitale consiste nel determinare una tabella di corrispondenze tra valori RGB (generati dal dispositivo stesso) e coordinate colorimetriche XYZ:



Tale associazione ha lo scopo di far corrispondere in maniera univoca i valori RGB prodotti da un dispositivo (ad esempio una fotocamera) a dei precisi colori.

Se la tabella illustrata rappresentasse la tabella di caratterizzazione di una fotocamera, potremmo sapere ad esempio che un pixel contente i valori RGB

[128 , 45 , 85]


corrisponde al colore

[0.38 , 0.21 , 0.07]


NB: E' necessario ripetere ed aver ben presente che una qualsiasi terna RGB contiene solo numeri, ossia non rappresenta alcun colore ! Una terna RGB sarà associabile ad un preciso colore solo ed esclusivamente nel momento in cui sappiamo che quei numeri corrispondono a delle coordinate XYZ (ossia dopo aver caratterizzato il dispositivo).

CONVERSIONE COLORE
E' un procedimento colorimetrico che permette di mantenere inalterati i colori durante il passaggio di numeri RGB da una periferica di origine ad una periferica di destinazione.

ESEMPIO DI CONVERSIONE COLORE
Supponiamo di voler visualizzare una fotografia TIFF su monitor. Avremo:

- Una matrice di terne RGB (corrispondenti ad ogni singolo pixel che compone l'immagine TIFF).
- Una tabella di caratterizzazione associata all'immagine TIFF che faccia corrispondere le terne RGB a colori XYZ (ad esempio la caratterizzazione di una fotocamera).
- Una tabella di caratterizzazione del monitor (essendo un dispositivo elettronico che produce colore, anche il monitor dovrà avere una sua tabella di caratterizzazione).

Per mantenere inalterati i colori dovrà essere eseguita una conversione colore dove:

- Periferica di orgine: Fotocamera (questo perchè abbiamo supposto che l'immagine TIFF abbia associata la caratterizzazione di una fotocamera).
- Periferica di destinazione: Monitor.

Nella seguente immagine è possibile osservare in sintesi cosa accadrà:



In definitiva possiamo concludere che il colore che la fotocamera ha chiamato

[128 , 45 , 85]


lo otterremo inalterato trasmettendo al monitor i valori RGB

[111 , 63 , 98]

Va osservato che durante una conversione colore viene sempre presa in considerazione una tabella di caratterizzazione diretta (in questo caso quella della fotocamera) ed una tabella di caratterizzazione inversa (in questo caso quella del monitor).



Nessun commento

Torna ai contenuti